Lo scalda bagno è uno strumento utilissimo che può risolvere i problemi di posizionamento di una caldaia, sia in termini di spazio in casa, sia in termini legali, visti i vincoli da rispettare quando si realizza un impianto termoidraulico. Disporre di acqua calda è un aspetto essenziale della nostra vita quotidiana, incentrata sul benessere, a cui è impossibile rinunciare. Pensare di fare d'inverno una doccia con acqua fredda o pulire i piatti senza che l'acqua calda esca dal rubinetto sarebbe molto grave per un qualunque cittadino italiano che non viva conclamate in ristrettezze economiche.

 

 

Lo scalda acqua consente di riscaldare l'acqua sanitaria (ACS) in maniera rapida e quindi di consentire a spazi secondari, come i bagni di servizio o bagnetti non collegati alla caldaia a condensazione, di gestire un certo quantitativo di acqua calda.

La quantità di acqua calda che può erogare uno scaldino dipenderà dalla sua capienza. Ragion per cui se siete interessati a comprare uno scaldabagno dovete valutare bene quante persone ne faranno uso e in quale orario si concentreranno le docce o comunque le necessità di disporre di acqua riscaldata.

L'aspetto del momento di utilizzo di acqua bollente da parte dei componenti della famiglia è fondamentale quando si compra uno scaldacqua perchè se si concentreranno nell'arco di poche ore, allora bisognerà essere certi che anche l'ultimo che si farà la doccia potrà farsi una bella doccia calda. Può succedere infatti che uno scalda acqua di 200 litri sia sufficiente per una famiglia di 4 persone, ma solo se i figli non sono soliti farsi la doccia nella prima mattinata.

Potrebbe infatti succedere che se oltre al papà e alla mamma, che prima di andare a lavoro vogliono farsi una doccia calda rigenerante, anche i due figli abbiano le medesime intenzioni, l'accumulo di acqua calda non sia sufficiente a garantire a tutti i componenti la stessa dose di comfort.

 

Potrebbe quindi accadere che “chi tardi arriva...male alloggia” !!

Occhio quindi a valutare quanto grande e quanto capiente dovrà essere, perchè comprare uno prodotto sottodimensionato, soltanto perchè in offerta, sarebbe imperdonabile.

 

Le esigenze di un bagno caldo

Esistono varie esigenze che possono spingere un utente ad acquistare un tipo di scalda bagni rispetto a un altro. Analizziamole attentamente.

Paura di consumare troppa elettricità

E' indubbio che la uno scalda bagno elettrico consumi molto più di un modello a gas. Ma allora perchè si dovrebbe preferire uno scalda bagno che funziona se collegato ad una rete elettrica?

Per prima cosa perchè si tratta di prodotti che a parità di capacità, costano decisamente di meno, quindi dal punto di vista economico, questo aspetto può essere determinante nel momento dell'acquisto. Si tratterebbe però di una cattiva valutazione visto che, comprare un modello elettrico farebbe spendere di meno all'inizio, ma calcolati i successivi aumenti in bolletta, non è detto che si riveli un affare..tutt'altro!!

Il boiler elettrico non è più conveniente, almeno non in Italia, dove le bollette per l'elettricità si rivelano tra le più salate d'Europa. Questa soluzione presenta però dei vantaggi, come ad esempio quella di presentare delle dimensioni più contenute ed essere quindi ideale per chi non ha tanto spazio nel bagno, ma non vuole rinunciare al piacere di una vasca calda rilassante.

Altre volte l'installazione di uno scalda bagno a gas è impedita dalla legge, per ragioni di sicurezza e quindi comprare un modello elettrico si rivela una scelta obbligata.

Eppure è facile rimanere “scottati” visto che i consumi di uno scaldabagno incidono a volte sino al 25% dell'intero ammontare dell'energia elettrica consumata in una casa.

Può darsi che in caso di installazione in una seconda o terza casa o comunque in uno spazio poco utilizzato, l'aspetto dei consumi elettrici sia meno influente rispetto ad altre situazioni. Ad ogni modo sono considerazioni che andrebbero ugualmente fatte, prima di lamentarsi di spendere troppi euro. Ecco spiegata la ragione del perchè molti utenti ricerchino modelli a basso consumo, perchè se da un lato restano spaventati dal prezzo degli scaldacqua a condensazione o dei modelli di classe A, dall'altro puntando conseguentemente su modelli elettrici, sono convinti di ammortizzare i costi in bolletta puntando su modelli che consumano poco.

Nonostante i consumi energetici restino un cruccio degli italiani, quello che è certo è che uno scalda acqua a gas sarà più sostenibile sotto il profilo ambientale, visto il minor impatto che ha il consumo del gas, rispetto a quello di corrente elettrica.

Un ottimo modo per far bene all'ambiente e ridurre il peso delle bollette, sarebbe quello di installare dei riduttori di flusso d'acqua sui rubinetti. Si tratta di un componente dai costi bassissimi non ancora troppo diffuso tra la popolazione italiana, come invece meriterebbe.

 

Disporre di acqua calda subito

Per avere acqua calda in maniera velocissima è fondamentale acquistare scalda bagno istantanei. Una necessità di questo tipo potrebbe derivare dal bisogno di utilizzare immediatamente l'acqua calda, perchè non si avrebbe il tempo di riscaldarla, qualora si disponesse di uno scaldino con accumulo. Potrebbe accadere che la mattina si abbia fretta di lavarsi con acqua calda e non disponendo di un timer che consenta di accendere in modo automatico lo scaldabagno prima del suo reale utilizzo, la migliore soluzione sia acquistare un modello a riscaldamento istantaneo.

Questi prodotti riscaldano l'acqua sanitaria in modo rapidissimo, grazie ad elevate potenze elettriche, impostate a seconda del flusso d'acqua di erogare e del differenziale di temperatura da generare. La velocità di erogazione dell'acqua è più veloce e permette allo scalda acqua di ricaricarsi subito e soddisfare i bisogni di chi vuole docciarsi o semplicemente lavarsi viso e corpo.

In questo caso si parla di sistemi riscaldanti senza accumulo, con performance di calore di tutto rispetto e funzionamento a gas.

 

Se si compra uno scalda bagno sovradimensionato, che succede ?

Di sicuro aumenteranno i costi di gestione, visto che si sprecherà molta più acqua in fase di riempimento del boiler. Esistono alcuni parametri che possono suggerisce di che misura prendere lo scaldabagno. In linea indicativa, una famiglia di 5 persone avrebbe bisogno di un quantitativo di acqua calda compreso tra i 150 e i 200 lt. Va da sé che anche la natura del nucleo famigliare influirà nella scelta della misura ideale dello scalda acqua con accumulo. Avere dei figli piccoli comporta un consumo maggiore di acqua, sia a causa di maggiori esigenze idriche, che a causa di giochi d'acqua e gli sprechi annessi che seguiranno.

Avere delle ragazze adolescenti implica una maggiore attenzione all'estetica e conseguentemente alla pulizia del corpo, fatto che condizionerà la scelta verso scalda acqua con boiler più grandi.

 

Gli scalda acqua compatti

Spesso i negozi che vendono scaldabagni aggiungono negli annunci espressioni come “piccolo”, “compatto” ecc.. Ma cosa si intende e a cosa servono gli scalda acqua di dimensioni così ridotte?

La ragione per cui si fa una scelta di questo tipo, solitamente dipende dalla mancanza di spazio. I modelli di questo tipo vengono spesso definiti “salvaspazio” o indicati come scaldabagno sottolavello. Un problema che spesso si presenta è quello della difficoltà di “incastrare” un boiler elettrico nel piccolo spazio rimasto libero sotto al lavandino del bagno o al lavello della cucina. In questi casi, volendo “occupare” quell'unico spazio disponibile o non volendo pregiudicare l'estetica delle pareti visibili, si sceglie per un mini scalda bagno elettrico. Rientrano in questa classificazione quei prodotti con dimensione compresa tra i 10 e i 30 litri. Naturalmente si tratta di situazioni estreme, scelte da chi ha un consumo idrico decisamente limitato, come nel caso di un piccolo studio privato o di un bagnetto usato saltuariamente.

A volte la loro capienza è talmente ridotta da far pensare che sarebbe stato meglio comprare scalda acqua più grandi, anziché farsi attirare da un prezzo di vendita più basso.

Le versioni più compatte hanno solitamente forma quadrata o per meglio dire quella di un cubo, molto apprezzata anche sul piano del design, oltre a risultare funzionale perchè si incastra perfettamente negli spazi più piccoli.

A seconda di quanta superficie disponibile si ha sui muri, si potrebbe optare per uno scalda acqua anziché un altro. Le tipologie più diffuse sono 2 : quelli verticali e quelli orizzontali, anche se i primi sono decisamente più diffusi dei secondi.

Se è vero che gli scaldabagno verticali fanno recuperare molto spazio sulla parete di un bagno, è vero anche che non possono essere sempre installati a muro, visto che nel caso dei modelli più grandi, l'eccessivo peso del prodotto renderebbe impossibile la sua installazione in sospensione.

Si parla però in questo caso di scaldacqua quasi industriali, decisamente poco utilizzati negli ambienti domestici.

 

Come far durare di più uno scalda acqua

La prima buona regola per godersi più a lungo questo prodotto e non essere costretti a comprarne un altro, causa rottura, è quella di puntare su marchi importanti, riconosciuti come affidabili, le cui opinioni degli altri utenti sono generalmente positive. Può capitare infatti che un prodotto che non sia Junkers, Ferroli o Vaillant e Bosch presenti nel medio periodo dei segni di cedimento. In generale è bene dedicarsi ad una manutenzione periodica, onde scongiurare che accumuli di calcare e ruggine possano inficiarne il corretto funzionamento e favorire un ciclo di vita maggiore.

Ad ogni modo, qualunque tipo di problema potrà mai presentare lo scaldabagni acquistato si potrà comunque contare sul servizio di assistenza clienti, valido per 24 mesi.

Cerca nel nostro catalogo online lo scalda bagno che fa al caso tuo. 
Contattaci per ogni dubbio o richiesta di preventivo.

Le nostre recensioni

facebook
google
feedaty
trovaprezzi
amazon

Spedizione Gratuita

Su oltre 1000 prodotti

Assistenza Clienti

Acquisti sicuri

Reso e recesso