Quando si pensa ai climatizzatori portatili il pensiero ricade sul Pinguino De Longhi, vero pioniere di questo sistema di condizionatori senza tubo. La grande pubblicità fatta da questa azienda italiana e le ottime performance nel campo del raffreddamento domestico ottenute dai suo condizionatori senza unità esterna, ha legato in maniera indelebile questa tecnologia al benessere climatico sia estivo che durante i mesi invernali. Quelli che prima erano dei condizionatori più “scadenti” dal punto di vista energetico, rispetto ai climatizzatori fissi, hanno negli anni sviluppato funzionalità e offerto capacità raffreddanti tali da guadagnare sempre più opinioni positive da parte del pubblico.

I figli dei condizionatori pinguino

Che vuol dire condizionatore senza tubo di scarico?

Le specifiche di questi dispositivi per aria condizionata

I tipi più silenziosi

I modelli col miglior rapporto qualità / prezzo

Una boccata di salute

Non solo Pinguino

Nella variegata “fattoria del condizionamento”, si sono affacciate nuove aziende che, a fronte di un costo di vendita inferiore, sono state in grado di offrire prodotti altrettanto validi rispetto i migliori modelli di climatizzatori trasportabili senza tubo Piguino De Longhi.
Al di là dei campi di utilizzo specifici, come i soggetti che cercano mini climatizzatori compatti per camper o coloro i quali ricercano precise funzionalità, come nel caso di condizionatori con pompa di calore caldo freddo, utili anche nei mesi freddi, oltre che nelle mezze stagioni, sono molti coloro i quali preferiscono l'uso di rotelle a macchine per il condizionamento di tipo fisso.
Non parliamo solo di aziende rinomate nel settore dell'aria condizionata come Olimpia Splendid o delle offerte sui dispositivi per raffreddare la temperatura ambientale di casa, che puoi trovare a Mediaworld o altre catene che trattano prodotti per il clima come Leroy Merlin, Trony o euronics. Si parla invece di nuove aziende japponesi che si sono lanciate nel settore dei condizionatori portatili con rotelle, garantendo notevoli qualità termiche e potenze di raffreddamento. Nulla a che vedere quindi con le macchine di produzione cinese, che hanno classe energetica troppo limitata e specifiche tecniche assai scadenti, che mai riuscirebbero a competere con i condizioatori mobili De Longhi più evoluti. Seppure dotati di un prezzo più basso degli altri, acquistare climatizzatori trasportabili di questo tipo significa darsi un po' la zappa sui piedi, visto che possono funzionare bene solo per raffreddare un unico locale e solo per pochi anni. In sostanza, risparmiare spendendo meno, significherebbe comprare macchine con una bassa classificazione energetica e utilizzabili solo saltuariamente e incapaci di raffreddare l'ambiente con velocità. Scordatevi quindi di approfittare del comfort di condizionatori portatili senza tubo made in Cina, se intendete utilizzarlo anche per periodi prolungati o per produrre calore. Se il famoso condizionatore Pinguino è capace di raffreddare ambienti sino a quasi 100 m2, un prodotto di climatizzazione non evoluto non riuscirà mai a garantire la stessa rapidità e omegenità nel diffondere l'aria condizionata nello spazio. Oltre ad una pecca dal punto di vista del livello di silenziosità, i condizionatori cinesi portatili possono essere usati solo nelle giornate di afa, solo come sostegno ad un impianto di climatizzatori già esistente. Pensare di usare i climatizzatori mobili di scarsa qualità per un utilizzo costante è impensabile, visti i tempi di usura più rapidi e il grave surriscaldamento a cui sono sottoposti, soprattutto nei mesi caldi, a pieno regime energetico.
Stesso discorso con i condizionatori portabili usati sul cui stato e valore commerciale è sempre molto difficile esprimere un giudizio univoco. Se qualcuno ha già utilizzato il clima trasportabile, prima di vendertelo, non potrai mai sapere con certezza l'attenzione che ha avuto nella manutenzione dello stesso. Operazioni come la pulizia del filtro e la cura delle lamelle da cui passa l'aria fredda o calda si rivelano imprescindibili se si ha a cuore la qualità di una macchina e se si intende utilizzarle a lungo.
A quel punto meglio comprare on line condizionatori a prezzi scontati, approfittando dei costi ribassati delle grandi catene hi-tech come Mediaworld, ma anche in quel caso, occorre mantenere l'occhio molto vigile. Troppe volte dietro le offerte speciali e l'abbaglio del 3x2 si nascondevano operazioni commerciali per liberare i magazzini di elettrodomestici mal funzionanti. Leggere i forum dei consumatori ha permesso di trovare opinioni abbastanza negative su alcune pratiche non proprio corrette, portate avanti da Euronics e Unieuro, nella commercializzazione di climatizzatori moderni. Mascherare l'offerta di macchine per clima difettose, proponendo al pubblico noti marchi, come Olimpia Splendid è una delle tecniche più diffuse per ingannare gli amanti del “sottocosto ad ogni costo”.

La chimera del “senza tubo”

Anche se la maggior parte dei nostri lettori non se ne dà pace, ogni apparecchio climatico portabile necessita di un'uscita per espellere l'aria calda fuori dalla casa. Se per generare vento freddo e farlo circolare nel nucleo domestico occorre far uscire il calore prodotto, allora si dovrà trovare il sistema per farlo nel migliore dei modi. Sarebbe sciocco gettare l'aria calda nello stesso ambiente che si intende rinfrescare ed è per questo che andrà creata un apposita uscita per il tubo. Anche se molte persone, soprattutto nel web, continuano a cercare luoghi o siti dove comprare condizionatori portatili senza tubo, in realtà non esiste nessun elettrodomestico moderno che funziona senza un tubo attraverso cui scaricare il caldo nello spazio esterno.
Solitamente si provvede alla creazione di una fessura sul vetro della finestra, una specie di bocca dalla quale far uscire il calore fuori. Un'operazione abbastanza facile ma che, per una migliore riuscita, è necessario farla fare da un tecnico o operaio, prevedendo quindi un costo aggiuntivo. Non tutti sono convinti dal posizionamento del tubo nella vetrata perchè la considerano esteticamente poco bella. E' per questo che diversi utenti preferiscono i condizionatori senza unità esterna a quelli con le rotelle da trasporto. Noi di DemShop non siamo così categorici nella nostra opinione, ma teniamo a sottolineare come sarà importante avere le idee chiare e sapere con certezza la camera  in cui desideriamo far soffiare aria condizionata, perchè fare buchi su tutte le finestre di casa, farà perdere il vantaggio di avere un climatizzatore che si può spostare. A quel punto saremo noi i primi a consigliare l'acquisto di un potente condizionatore da 12000 btu e risolvere ogni problema di sudore e afa domestica.
Tante volte vengono venduti online dei mini condizionatori portatili dal design molto carino, ma non sempre altrettanto potenti. In questi casi, un occhio al libretto delle istruzioni e uno sguardo al numero dei BTU di funzionamento, potrà darci maggiori sicurezze.
Una differenza importante invece va fatta tra condizionatori portatili monoblocco, solitamente meno silenziosi, sconsigliabili per l'uso notturno e quelli split, una specie più evoluta, ideali per la produzione anche di aria calda. A voler trovare un difetto ai climatizzatori portabili monoblocco quindi vi è il maggiore rumore in fase di funzionamento, anche se in verità risultano molto pratici da posizionare e richiedono meno interventi, perchè si dimostrano più compatti.
Come montare i condizionatori portatili split inverter è più complesso, in virtù del fatto che andrà posizionata un'unità all'esterno, ma di contro produrranno tutti i rumori sul balcone, senza disturbare la regolare vita domestica.

Caratteristiche fisse dei condizionatori mobili

La potenza prima di tutto. Occhio al numero dei “British Thermal Unit” (BTU), fondamentali per essere certi di riuscire a “coprire” lo spazio di cui si ha voglia di migliorare il benessere termico. A seconda del fatto che il dispositivo abbia o meno pompa di calore, dovremmo riuscire a valutare una buona capacità di raffreddamento omogeneo. Un giusto compromesso per raffreddare il clima di una stanza di 60 metri quadrati dovrebbe essere un climatizzatore trasportabile di almeno 9000 btu. Questo tipo di strumenti per il benessere climatico di casa sono ideali per raffreddare l'aria di un ambiente unico. Guardare bene le specifiche tecniche prima di avere la pretesa che un clima possa trasportare aria condizionata per tutte le stanze di casa, semplicemente posizionandolo al centro dell'abitazione. Assicuratevi però che abbia una classe energetica alta, almeno A, se non A+. o rischiereste di avere delle bollette di energia elettrica assai costose. Poter contare su di un dispositivo di qualità, come nel caso dei condizionatori Argo o Daitsu, ovvero aziende molto attente al valore dell'etichettatura energetica, significa fare la scelta giusta anche per risparmiare qualche euro, in termini di consumi energetici.

Scegli il prodotto che più ti garba

condizionatori-freddo-caldo condizionatore-portatile-silenzioso condizionatore-portatile-daitsu deumidificatore-portatile
Condizionatori Split Electrolux 12000; 480€ Climatizzatore portatile silenzioso Fantini  Cosmi 9000 btu; 390€ Condizionatori Daitsu 12000; 370€ Deumidificatore trasportabile Economico; 190€

Esse come silenzio

Molti utenti sono frenati dall'acquisto di dispositivi per l'aria fredda o inverter di tipo trasportabile, a causa di una paura circa la loro presunta rumorosità. Soprattutto d'estate, quando le zanzare rendono già molto difficile ritrovare la via del sonno, avere un climatizzatore rumoroso, potrà pure risolvere il problema delle sudate notturne e del “cervello pezzato”, incapace di pensare, ma non aumenterà di sicuro le probabilità di addormentarsi senza problemi. Controllare sempre il numero dei decibel della macchina, sia in modalità notturna, che in quella normale. La fiesta pomeridiana, con penichella annessa per recuperare le forze succhiate dalle alte temperature, è un must, durante i mesi di Giugno, Luglio e Agosto. Poter usufruire di un condizionatore da trasporto silenzioso significa poter contare su di un apparecchio che disturba meno. Riuscire a raffreddare l'ambiente senza la paura che il rumore del motore del climatizzatore possa farci venire un mal di testa o renda più complicato l'ascolto delle notizie in televisione, è importante nelle logiche di una famiglia moderna. La combinazione tra il massimizzare la capacità raffreddante e la potenza sonora minima, saranno una discriminante da tenere in considerazione quando si cerca il miglior condizionatore da trasportare, presente online.
Tra le caratteristiche tecniche in grado di far lievitare maggiormente il prezzo vi sono:

  • la funzionalità di deumidificatore
  • la tipologia del display
  • il possesso di telecomando

Quando si cerca di raffreddare o riscaldare uno spazio abitativo di villeggiatura, nel quale non vi è una continua presenza umana durante l'intero arco dell'anno, è possibile che si abbia necessità di di uno strumento termico in grado di togliere anche l'umidità ambientale. Quando vi sono residui umidi, soprattutto nel caso di villette a mare o chalet in montagna, riuscire a togliere l'umidità dall'aria della casa significa di conseguenza apportare un vantaggio termico considerevole. Ridurre o eliminare del tutto la percentuale di umidità vorrà dire garantire benefici anche a livello di temperature, ma questo grande punto a favore, può far salire il prezzo di un apparecchio mobile per il condizionamento anche di molto.
Stesso discorso per lo schermo. Quelli più moderni sono non solo a cristalli liquidi, ma sono fatti per essere visti, anche durante la notte, grazie a sistemi di retroilluminazione molto evoluti. Si suggerisce di scegliere questi modelli sono se si è sicuri di usarli con il buio, altrimenti potrebbe essere qualcosa di superfluo e di inadeguato alle proprie necessità termiche. Uno schermo più visibile però potrebbe essere di grande aiuto nel caso di utilizzo del condizionatore non fisso da parte di persone anziane, con piccoli problemi di vista.

Aria condizionata portatile..economica

Anche se il prezzo di vendita continua ad essere il primo parametro che un utente considera nell'acquisto di questi prodotti, in realtà andrebbe fatta un'analisi più approfondita, che riesca a valutare anche l'efficienza. Sul mercato italiano, dopo le ultime indicazioni sulle normative ErP, sono presenti sempre più modelli di “condizionatori senza tubo esterno” evoluti, che possono essere considerati “ecologici”. Rispettare l'ambiente ricordiamo che è sempre un buon motivo per ridurre il consumo di gas nocivi e limitare i danni da effetto serra.
La sostenibilità di questi climatizzatori si può valutare nel lungo periodo, quando una stima dei consumi realizzati mensilmente, può far capire quanto è eco-costato il condizionatore trasportabile.
Calcolare gli eco-costi dei condizionatori portatili è semplice, basterà valutare:

  • il prezzo di acquisto
  • il consumo energetico medio mensile, espresso in watt

Confrontando i risultati energetici dei vari modelli si potrà valutare quale tra gli articoli “papabili” siano più economici a lungo termine.
Questo stratagemma, creato per tutelare i consumatori in fase di acquisto, aiuterà a capire quanto costano i climatizzatori dopo un anno di vita e non solo valutando il loro prezzo, in fase di ricerca.

La salute prima del fresco

Scegliere un dispositivo portatile per diffondere aria condizionata in casa badando solo al costo sarebbe un errore da consumatori ingenui. Impariamo invece ad apprezzare anche altre caratteristiche di produzione che hanno tra l'altro fatto la fortuna di climatizzatori Pinguino o Olimpia Splendid. Alludiamo ad esempio alla presenza di filtri per combattere la polvere, ovvero sistemi composti da carboni attivi catalitici che permettono di respirare meglio e godere di maggiore salute. Quella che non etichettiamo semplicemente come “aria viziata” può nascondere degli aspetti molto negativi associati all'uso dei condizionatori a rotelle ed avere ripercussioni sulla nostra salute fisica. Oltre alla silenziosità quindi, accertarsi che i climatizzatori portatili senza tubo esterno abbiano dei deflettori d'aria verticale, in modo da orientare il flusso freddo dove si desidera. Questo sistema, grazie a filtri anti polveri e polline, ridurrà le possibilità di contrarre allergie e aumenterà il comfort associato al suo utilizzo.

I pro e contro delle rotelle

Avere un condizionatore portatile riscaldante e raffreddante può rendere più confortevole la temperatura di casa. Usufruire di un prodotto compatto, che grazie a delle rotelle girevoli in tutte le direzioni, potrà essere mosso rapidamente, in ogni stanza, a seconda dell'occorrenza, è un bel vantaggio. Eppure dietro i benefici delle ruote a 360° si nascondono dei lati negativi di cui vorremmo parlarvi. Realizzare l'uscita sulla finestra non è un'operazione che può essere fatta autonomamente e che necessiterà di un lavoro ad hoc da parte di un installatore specializzato. L'alternativa sarebbe quella di lasciare le ante della finestra un po' aperte e consentire il ricambio d'aria calda-fredda, ma questo penalizzerebbe, come è facile immaginare, il mantenimento di un numero di gradi centigradi costante, fatto che in inverno potrebbe essere molto spiacevole. Altri lettori ci segnalano di aver evitato i costi della creazione del buco, ricorrendo ad uno stratagemma termico un po' ingegnoso. Hanno trasportato il tubo in una stanza inutilizzata durante i mesi freddi, in cui hanno avuto premura di lasciare la finestra completamente spalancata. In questo modo, la stanza inutilizzata restava si fredda, ma non riduceva la temperatura nelle altre stanze della casa in cui si desiderava movimentare aria calda.

Scritto da Demshop
Come calcolare i btu per climatizzare un appartamento

Ecco per voi la guida definitiva per scegliere al meglio il condizionatore che fa al caso vostro, a seconda della grandezza delle stanze di casa.

Meglio un condizionatore mobile o uno fisso?

Guarda le caratteristiche di queste 2 tipologie di condizionatori domestici e fai la tua scelta. Non sempre un condizionatore fisso è migliore di uno portatile.

Perchè comprare un pinguino per fare fresco

Il pinguino De Longhi è forse il più famoso tra tutti i condizionatori portatili. Ma la sua fama è meritata o esistono altri climatizzatori trasportabili all'altezza?

Condizionatore aria: quando preferire un monospit a un multisplit

La scelta di un condizionatore passa anche nel capire quando è meglio comprare un monosplit e quando è più adatto un multisplit.