Il condizionatore portatile, perfetto per rinfrescare l'aria o togliere l'umidità da una stanza, ha il vantaggio di poter essere spostato in qualsiasi stanza della casa o del posto di lavoro, purché sia presente una porta, una finestra o una qualsiasi presa d'aria. A differenza del climatizzatore fisso, non richiede un'installazione. Vengono così abbattuti i costi del tecnico che spesso sono molto onerosi e non sempre compresi con l'acquisto del macchinario.

Montare un condizionatore portatile non è difficile, ma richiede comunque sia un minimo di dimestichezza e conoscenza. In questo articolo cerchiamo di chiarire alcuni dei principali passaggi, rendendo più facile il montaggio autonomo dei climatizzatori.

Esistono due tipi di condizionatori mobili, quello monoblocco e quello split. I metodi di montaggio variano ed è importante scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, anche in base al tipo di casa/ufficio.

Come montare un condizionatore portatile monoblocco

Questo tipo di climatizzatore è composto da un solo corpo, all'interno del quale è presente sia il motore che la valvola di aspirazione. Il suo scopo principale è quello di aspirare l'aria calda dalla stanza di casa buttandola all'esterno. Funziona anche da sistema di deumidificazione e da riscaldamento per l'inverno.

Il condizionatore portatile può essere installato solo in prossimità di una finestra, dalla quale usciranno i tubi in plastica di aspirazione. E' possibile installarlo sotto le tapparelle ad esempio, ma vi sarebbe il rischio di perdere buona parte dell'aria fredda creata in casa.

La migliore installazione è quella che prevede la realizzazione di un apertura sul vetro, la quale permette ai tubi di passare e puntare verso l'esterno della casa. Solitamente insieme al climatizzatore mobile viene fornito anche l'apposito kit di montaggio, con una sorta di tappo per chiudere il foro sul vetro quando viene rimosso l'apparecchio.

Per creare il foro sul vetro potrebbe essere necessario chiamare un esperto, specialmente se non avete l'attrezzatura adatta e non possedete l'esperienza necessaria.

Come montare un condizionatore con split portatile

Questo climatizzatore è composto da due differenti corpi. Uno è quello che resta in casa e aspira l'aria calda, lasciando quella fredda. l'altro deve essere invece posizionato all'esterno, per buttar fuori l'aria aspirata.

E' necessario quindi valutare la posizione della casa dove si vuole posizionare, ricordandosi anche che il macchinario esterno può essere molto rumoroso e per tanto deve essere messo in un punto dove non reca fastidio a possibili vicini di casa.

l'ideale quindi è montare il condizionatore esterno sul terrazzo o il balcone, fissandolo alle staffe che vengono solitamente date in dotazione. In questo modo sarà possibile collegare il macchinario esterno a quello interno, mediante il foro sul vetro della finestra.

Alcune considerazioni
I risultati di queste due tipologie di condizionatori non sono poi così diversi, presentano però alcune caratteristiche differenti che rendono uno migliore dell'altro, in base alle esigenze soggettive. Gli split si rivelano forse migliori durante l'inverno, quando è necessario riscaldare l'ambiente. I monoblocco sono invece una soluzione più appropriata per chi non possiede un balcone dove posizionare un secondo corpo, limitandosi così a far fuoriuscire i tubi dal foro sulla finestra o facendolo passare dalle tapparelle.

Montare un condizionatore portatile non è difficile, tuttavia è importante valutare attentamente la situazione. Per prima cosa, questo tipo di apparecchi per aspirare l'aria calda, non vanno bene per stanze molto grandi. In questo caso è necessario un condizionatore fisso.

Sono strumenti che possono rivelarsi molto rumorosi e al momento dell'acquisto è necessario porre le giuste domande sulle caratteristiche tecniche. Un buon climatizzatore mobile dovrebbe avere una rumorosità che non supera i 60 decibel. In questo modo riduce al minimo il fastidio che può essere recato ai vicini e ovviamente a chi lo acquista.

Scritto da Demshop
Il Migliore climatizzatore portatile 2020

Come si stabilisce quale sia il miglior condizionatore dell'anno? Analizziamo vari parametri, sino a decretare il prodotto migliore sul mercato italiano.

Problemi di scarico di condensa nei condizionatori

La condensa d'acqua prodotta dai climatizzatori andrebbe opportunamente raccolta, onde evitare problemi all'impianto. Info e consigli su come comportarsi.

Un deumidificatore senza corrente elettrica

La costruzione di un deumidificatore fai da te è molto semplice e può risolvere piccoli problemi di umidità a cui sono soggetti alcuni ambienti di casa.