gocce di umidità
 

 

L'utilizzo del deumidificatore portatile appassiona moltissime persone nel web. In questo articolo cercheremo di rispondere alle domande più frequenti che ci pongono i lettori su questo piccolo elettrodomestico trasportabile, essenziale per togliere l'umidità da una stanza di casa e aumentare il comfort di chi vive in quello spazio.
Sul mercato italiano, ma più in generale su tutto quello on line, viene proposta un'ampia scelta di questi deumidificatori ed è per questo che cercheremo di offrire qualche informazione in più e la nostra opinione su alcuni modelli, in maniera tale da aiutare l'utente a scegliere il miglior deumidificatore.  
Attraverso questo approfondimento e il confronto tra i tipi di deumidificatore portatili, comprenderete meglio anche la disparità di prezzi tra alcune versioni, finalizzate più ad un uso industriale ed altre più basilari, più economiche, perchè ideali per eliminare l'umidità all'interno di camere con metratura inferiore agli 80 metri quadrati.  
 

 

A che serve un deumidificatore portatile?

Quali caratteristiche tecniche sono importanti?

Da cosa dipende il prezzo di un deumidificatore portatile

I deumidificatori più silenziosi

Efficienza e consumi di questo elettrodomestico

I migliori siti e negozi dove comprare
 
Chiariamo subito un concetto: una casa umida o una camera di un appartamento con problemi di muffa, ha bisogno di un deumidificatore.
La sua funzione è indispensabile, considerato che riuscirebbe a rimuovere sino alla metà dell'umidità di un ambiente e vi assicuriamo che non è affatto poco. La vita negli spazi umidi è quasi invivibile pertanto, uno strumento così costruito, consentirebbe alla casa una minore ristrutturazione e a coloro i quali vivono in quegli spazi una salute migliore. Per stimare con precisione se un ambiente è umido o meno, è utile ricorrere all'ausilio di un igrometro e capire la percentuale di umidità presente in una stanza.
 

A che serve un deumidificatore mobile?

 
Alla stregua di un condizionatore, anche il deumidificatore programmabile contiene un liquido all'interno, sotto forma di gas, capace di raffreddare la batteria interna. Quando l'aria presenta nell'ambiente viene raccolta attraverso la bocchetta d'aspirazione, questa si raffredda e crea la condensa che viene così raccolta in una bacinella interna al deumidificatore mobile.  
Sarà premura dell'utente quella di svuotare la vaschetta ogni tanto e rimettere in funzione l'apparecchio, a meno che non si ingegni attraverso dei tubi per realizzare uno scarico continuo. La dimensione di questo recipiente è variabile, ma può raggiungere anche un'autonomia di 20 lt, anche se nei modelli più compatti, raggiunge i 9 litri.
 
Le funzioni che può avere questo strumento sono varie. E' evidente che non tutte le persone acquistino questo prodotto per il condizionamento domestico con il medesimo scopo. Anche se il compito principale è quello di deumidificare l'abitazione e gli spazi più umidi, per rendere più confortevoli le camere interne, le ragioni per installare un deumidificatore in casa possono andare oltre le questioni di salute, perchè ci si potrebbe ammalare più facilmente.  
 
Respirare meglio. Uno strumento che serve per eliminare l'umido dalle case apporterà grandi vantaggi anche sul piano della qualità dell'aria respirata. Sappiamo bene quanto le polveri e i germi presenti nell'aria possono fare male alla nostra salute. L'uso di un deumidificatore all'interno di un appartamento può ridurre le possibilità di raffreddarci o di contrarre virus che andranno ad intaccare il nostro apparato respiratorio.  
 
Puzze e cattivi odori. In particolar modo, chi lavora in determinati negozi, come negozi per cani o animali, o altri le cui muffe sui muri indicano il segno evidente di umidità di risalita, hanno la reale necessità di disporre di sistemi di deumidificazione.
Immaginiamo i ristoranti sul mare o le attività commerciali scavate nel tufo, che si sviluppano sottoterra. Si tratta di locali i cui clienti potrebbero lamentare odori spiacevoli o quella fastidiosa sensazione di aria pesante e viziata e quindi preferire altri negozi più "profumati".
 
Ridurre il sudore. A volte, la grande sudorazione in casa è legata alla percentuale di umidità presente nell'aria, che si può facilmente misurare attraverso un igrometro. Se aggiungiamo che alcuni individui hanno un ph della pelle particolarmente acido e tendono ad essere poco "profumati", soprattutto quando arriva l'estate, l'acquisto di un deumidificatore diventa ancora più utile perchè può risolvere problemi di sudorazione eccessiva. Non a caso, se deciderete di accendere questo prodotto in pieno inverno rischiereste di abbassare un po' la temperatura, pur migliorando la respirabilità dello spazio. Attivare la funzione "deumidifica" quando fa freddo genererà un piccolo abbassamento della temperatura.
 
Abbassare la temperatura. I deumidificatori estivi possono servire per abbassare la temperatura interna ad una abitazione domestica e quindi rendere più accettabile il caldo. Forse non tutti sanno che la sensazione di umidità, quella che crea l'appiccicaticcio sui vestiti, è un fattore determinante nella percezione del calore. Sapere che un deumidificatore abbassa la temperatura spinge molti utenti a comprare questo apparecchio per arginare l'afa d'estate. Non è un caso se molti condizionatori hanno pure la funzione di deumidificatore che poi è la stessa ragione che spiega perchè in molte città di mare, come ad esempio Bari o Brindisi, dove il tasso di umidità è maggiore, la temperatura percepita è decisamente più alta. Un deumidificatore portatile contribuisce soltanto in minima parte al rendere più sopportabile il calore, perchè di fatto mette in circolo sempre la stessa aria presente in quell'ambiente, senza scambi con l'esterno.  
 
Poco spazio a disposizione. L'impiego di sistemi per deumidificare una casa necessitavano mezzi di dimensioni più ridotte e silensiosi ed è per questa ragione che si sono diffusi i mini deumidificatori portatili. Si tratta di oggetti molto pratici da spostare e compatti che consentono di essere attivati solo quando l'aria diventa eccessivamente pesante, consentendo di spostare dalla stanza il piccolo elettrodomestico, quando viene meno la necessità di averlo attivo. I metodi di deumidificazione industriali non possono essere trasportabili, perchè necessitano di togliere l'umidità di continuo e certamente in spazi maggiori.  
 
Asciugatore di vestiti. Molte famiglie non hanno la possibilità di stendere i panni nello spazio esterno di casa. La mancanza di un affaccio interno al plesso abitativo, delle regole sul decoro condominiale, la quantità di smog che finirebbe sui vestiti appena puliti, sono alcune delle cause che spiegano il perchè la gente stende i panni in casa. Purtroppo però, far asciugare i vestiti o biancheria all'interno della propria casa è molto più lento rispetto a farli seccare al sole. Montare un deumidificatore nella stanza in cui di ripongono le robe ad asciugare è un metodo efficacie per seccare il vestiario e il bucato più velocemente. Questo sistema casalingo può prevenire anche il fastidioso sgocciolio del vestiario umido, perchè appena tolto dalla lavatrice.  
 
Scivolate indesiderate. La maggior parte degli incidenti domestici è legato a cadute accidentali tra le mura domestiche. La causa di questi inconvenienti molto dolorosi e spiacevoli (a volte debilitanti) sono i pavimenti resi scivolosi per colpa dell'umidità. La presenza di un deumidificatore acceso scongiura il perdurare di pavimenti bagnati, potenzialmente pericolosi, soprattutto quando in casa vi sono bambini o anziani. Non è un caso se spesso venga posizionato nel bagno di casa, svolgendo anche la funzione di riscaldare in parte l'ambiente.
 

Quale deumidificatore comprare?
 

Dipenderà molto da quello che sono le nostre esigenze domestiche. La cosa più importante quando devi scegliere un deumidificatore non fisso è conoscere i parametri essenziali per valutare la sua qualità. Una volta capito come si giudica se un elettrodomestico per togliere la percentuale di umido dall'aria che respiriamo dovremo solo fare un confronto tra il prezzo e le caratteristiche tecniche del prodotto, valutando alcuni fattori per noi particolarmente importanti (potenza, rumorosità, consumi ecc..).
 

Il prezzo

Il costo di un deumidificatore cambia a seconda della potenza e di altre voci che ci accingiamo a descrivere. Come è facile intuire, un deumidificatore industriale professionale sarà venduto a un prezzo assai più alto di quello di uno per uso domestico. Essendo la grandezza dell'ambiente da cui dovremo rimuovere l'umidità molto più grande, nel caso di un scelta di un deumidificatore per industria, anche il suo valore commerciale sarà maggiore. Nel caso di un deumidificatore domestico, utilizzabile alla stregua di un condizionatore portatile senza tubo, ma con tutti i suoi limiti, di solito si parla di macchine con una capacità di deumidificare stanze di massimo 20 metri quadrati. Quando occorre togliere l'umidità da luoghi più grandi, che arrivano a 80 metri quadrati o che coprono anche 90 m2, è chiaro che servirà uno strumento molto più performante e potente, con l'aspetto negativo che si tratterà anche di oggetti più rumorosi.  
Trovare un prodotto con valore economico inferiore ai 260 euro rappresenterebbe un'offerta da cogliere al volo.
Il consiglio è quello di comprare un mezzo adeguato ai vostri bisogni. Non è giusto sottodimensionare la forza di un deumidificatore nella speranza che faccia meno rumore possibile, perchè si rischia di acquistare qualcosa troppo poco potente. Il rischio più evidente è che l'umidità continui a stagnare nell'ambiente anche se piccolo o a depositarsi sui muri della casa. Altra specifica da tenere d'occhio è la funzione di programmazione, che consentirebbe di attivare la macchina solo quando serve, magari impostando di accenderla prima di andare a dormire.

 
Il rumore  

 
Ogni anno escono sul mercato dei deumidificatori on line dei modelli sempre più silenziosi. Il fatto che questi strumenti non producano eccessivi rumori è importantissimo perchè spesso si ha l'opinione che un deumidificatore portabile sia un fattore di disturbo. La quiete domestica è essenziale nelle logiche intrafamigliari ed è per questo che alcune persone preferiscono avere un po' più di umidità in casa e patire più il caldo, pur di non avere un rumorosissimo deumidificatore tra i piedi. Si tratta della stessa logica per cui si preferisce un  climatizzatore portatile silenzioso a versioni di climatizzatori con schede tecniche eccellenti, ma con un numero di decibel in uscita superiore ai 68 dB. Cerchiamo quindi di capire quali sono i deumidificatori più silenziosi o quelli che almeno possono essere considerati non rumorosi, perchè comprendono un range di rumore considerato accettabile.  
L'unità di misura con cui si giudica la rumorosità di uno strumento è il decibel. Nel caso di un deumidificatore silenziosissimo il numero di dB prodotti non deve essere superiore alla fascia 30-50 decibel. La scala di valore presa in considerazione per stimare quanto rumore fa un deumidificatore è logaritmica, ragion per cui, se confrontiamo 2 modelli e vi è uno scarto di appena 10 decibel, in realtà la differenza di fracasso prodotto sarà notevole.  
Per comprendere meglio il concetto di silenziosità, faremo un esempio. Si pensi che un deumidificatore che emette 50 decibel in uscita risulta ben 100 volte più rumoroso di uno la cui scheda tecnica riporta 30 dB.  
Per capire se un deumidificatore è rumoroso e non ci si come regolarsi con i decibel ricordiamo che:
 

  • la gente che parla in biblioteca, con l'intenzione di non disturbare gli altri, utilizza circa 40 decibel;
  • una strada di città, che reputeremmo calma e con poco traffico, dovrebbe produrre circa 50 dB;
  • quando parliamo normalmente, il nostro tono di voce, finalizzato a farci ascoltare, è di circa 60 decibel;
  • un phon per seccare i capelli, posizionato a circa 55 centimetri dalle nostre orecchie, misura circa 70 decibel.

 
Da un confronto delle opinioni che abbiamo trovato on line, i modelli più silenziosi sono risultati quelli De Longhi e Daitsu.
Se un articolo superasse la soglia dei 65% decibel, quando acceso, sarebbe certamente un contro e non risulterebbe funzionale alla vita domestica, fatta di relax e di quiete.
 

deumidificatore portatile silenzioso

Deumidificatore portatile silenzioso, prodotto da Daitsu


Facilità nello spostamento. Da quando la tecnologia ha permesso di ridurre le dimensioni di un deomidificatore, riducendone anche il prezzo complessivo, questo prodotto ha potuto diffondersi anche tra l'utenza privata. Erano tante le persone che sentivano il bisogno di rimuovere l'umidità da una stanza e migliorare la qualità dell'aria respirata, ma che non erano in grado di pagare tutti quei soldi per deumidificatori industriali. Oltretutto, questi articoli più performanti, ma anche costosi, presentavano un ingombro notevole, fatto che impediva al consumatore privato di installarli a cuor leggero in casa, anche nel caso di una soluzione nel contro-soffitto.
La scelta tra l'acquisto tra modelli fissi o trasportabili non è così difficile come quando dobbiamo scegliere se è migliore un condizionatore fisso o portatile.
Quando i mini deumidificatori, spesso muniti anche di rotelle, sono usciti sul mercato italiano, sono stati letteralmente amati.  
Grazie alle rotelline o alla loro leggerezza, favoriti dalle dimensioni contenute, consentivano al privato di spostare un deumidificatore da una stanza ad un'altra, senza la necessità di spendere migliaia di euro per realizzare complicati impianti.  
 

Efficienza energetica. Trovare un deumidificatore portatile che consuma poco non è facile. Per questa ragione, quando troviamo in vendita un modello di classe energetica AAA dobbiamo prestare molta attenzione. Quello che potrebbe sembrare un prezzo di vendita abbastanza alto, potrebbe rivelarsi giusto per le caratteristiche tecniche e i consumi più bassi che può garantire nel medio e lungo periodo. Spendere di più per un deumidificatore di classe alta significa risparmiare denaro quando riceveremo bollette meno salate. Occhio quindi alla scheda che riporta i dati tecnici del prodotto che intendete acquistare, prima di valutare se è efficente o meno.

Precisiamo che a parità di potenza elettrica avranno comunque consumi più bassi dei climatizzatori. Se la priorità è quella di abbattere il tasso di umidità nell'ambiente, tra deumidificatore o condizionatore portatile, vi suggeriamo di scegliere il primo, sia per i consumi elettrici che per il costo d'acquisto. Ad ogni modo i Watt servono anche per generare potenza nella macchina, ragion per cui, per essere sicuri di avere tra le mani un deomidificatore efficiente, si consiglia di sceglierlo con wattaggio compreso tra i 350 e i 700 watt.  


Un deumidificatore non consuma molto, perchè si attiverà solo per raggiungere il grado di umidità impostato, rimanendo invece in stand by quando è stato già raggiunto. Questo modo di funzionare consente un risparmio d'energia elettrico notevole, con buona pace del nostro portafogli. Per sapere quali sono i suoi consumi, sarà sufficiente eseguire un facile calcolo.
Se ipotizziamo l'utilizzo di un deumidificatore portatile da 400 Watt il suo consumo dovrebbe essere di 400 W x 1,5 h = 0,6 kWh di elettricità, nei primi 90 minuti di attività. Nelle ore successive però consumerà molto meno, in virtù del suo funzionamento "alternato", a seconda dell'umidità presente in quel momento.

Quanto tempo lo si dovrà mantenere acceso?

L'arco temporale necessario per raggiungere un livello di umidità impostato, che dovrebbe essere presumibilmente compreso tra i 45% e i 55%. Nelle "tavernette" più umide, nei sottoscala o in particolari ambienti, la funzione di deumidificazione funziona da "tampone", ragion per cui dovrà essere mantenuto costantemente attivo. Qualora l'elettrodomestico fosse spento, è facile pensare come possa raggiungere velocemente un valore limite del 90%. In queste condizioni uno spazio vitale diventa ostile, perchè metterebbe a repentaglio la salute di chi lo abita, soprattutto se in casa sono presenti neonati o bambini.

 
Quando si considera leggero un deumidificatore?
 
Quando un prodotto in grado di togliere l'umidità da ambienti di 90 metri quadri peserà meno di 15 chilogrammi.
Nel caso di versioni di deumidificatori meno potenti, considereremo il prodotto maneggevole, nel momento in cui peserà tra i 10 e i 13 chilogrammi.
 
Non è più tempo di sale
 
Se pensiamo che un tempo i nostri bisnonni utilizzavano del sale grosso per risolvere i problemi di umidità, possiamo essere sicuri che oggi un deumidificatore può fare tutto questo meglio e in tempi molto più rapidi. La presenza di umidità sui muri e il tipico odore di muffa che caraterizza gli spazi della casa più "dimenticati", come cantine o garage, possono essere risolti con uno strumento elettronico più moderno, come appunto i deumidificatori portatili.  


 
Dove si comprano i deumidificatori portatili
 


Sicuramente sul web. Comprare sugli e commerce on line permette di avere prezzi molto più economici. Diversamente da questo, se avete poca dimestichezza con internet (ma se state leggendo questo articolo lo dubitiamo fortemente..), vi suggeriamo di andare anche nei principali megastore di elettrodomestici presenti nella vostra città. Se Mediaworld ed Euronics restano i più gettonati, a discapito di Unieuro, sempre meno considerata, anche altri negozi si stanno facendo notare per dei prezzi da volantino molto interessanti sui deumidificatori trasportabili. Un nome tra tutti è Expert, catena sempre più presente sul mercato Italia, ma capace di un'ottima comunicazione online, attraverso cui aumenta costantemente la propria brand autority.
La scorsa estate avevano un sottocosto su un deumidificatore Mitsubishi niente male, molto apprezzato dal pubblico.  
Se invece siete amici del web, trovare delle offerte interessanti sarà molto più facile. Grazie a piattaforme come trovaprezzi o ebay sarà facile entrare nella sezione condizionamento e climatizzazione e ordinare i deumidificatori portatili sia per prezzo che per opinioni ricevute. Il sistema del feedback è sempre un ottimo parametro per decidere se quel prodotto è davvero valido e non è un caso se anche DemShop utilizza un sistema di valutazione misurabile in "stelline" per misurare il grado di soddisfazione di chi ha acquistato il prodotto ed ha voluto lasciare una recensione.

 

Scritto da Demshop

DEUMIDIFICATORE PORTATILE ALTERNATIVA A ... DEUMIDIFICATORE PORTATILE ALTERNATIVA A CONDIZIONATORE SENZA TUBO | Aspira XD12-A fino a 25mq

spedizione in 5 giorni

DEUMIDIFICATORI portatili (condizionatori portatili senza tubo): per esplulsione aria all'este.....

230,07€ IVA Inc.

DEUMIDIFICATORE PORTATILE ALTERNATIVA A ... DEUMIDIFICATORE PORTATILE ALTERNATIVA A CONDIZIONATORE SENZA TUBO | Aspira XD24 fino a 90mq

Non disponibile

DEUMIDIFICATORI portatili (condizionatori portatili senza tubo): per esplulsione aria all'este.....

259,00€ IVA Inc.
Come ridurre o eliminare del tutto le vibrazioni del condizionatore

Come limitare il fastidio provocato da un condizionatore troppo rumoroso. I sistemi più intelligenti per far cessare le vibrazioni del condizionatore.

Perchè comprare un pinguino per fare fresco

Il pinguino De Longhi è forse il più famoso tra tutti i condizionatori portatili. Ma la sua fama è meritata o esistono altri climatizzatori trasportabili all'altezza?

Un deumidificatore senza corrente elettrica

La costruzione di un deumidificatore fai da te è molto semplice e può risolvere piccoli problemi di umidità a cui sono soggetti alcuni ambienti di casa.