collegamento tra serbatoio d'acqua e pompa

 

Accade in diverse occasioni di doversi servire dell’utilizzo di serbatoi di acqua connessi ad una pompa. Tali strumenti sono sfruttati in vari modi e contesti ma soprattutto ai fini della conservazione e dello stoccaggio di acqua potabile a pressione atmosferica e del suo successivo utilizzo. Questo genere di cisterne con elettropompe vengono convenzionalmente dette autoclavi.

 

I serbatoi per la conservazione di acqua sono ciascuno diverso dall’altro in base al modo in cui vengono costruiti, i materiali utilizzati per la loro realizzazione e lo scopo al quale sono adibiti. Esiste, ad esempio, una differenza tra serbatoio con pompa attaccata e autoclave. Cosa si intende?

Pompa e autoclave per acqua potabile son due cose ben distinte. La pompa è un particolare tipo di apparecchiatura volta a determinare un aumento di pressione in un liquido. L’autoclave, dal canto suo, è un impianto molto più complesso e macchinoso nel quale rientra anche una pompa e viene spesso impiegata per rifornire d'acqua gli appartamenti o i condomini. Per serbatoio completo di autoclave, infatti, si intende un oggetto costituito da un’unione organica di varie componenti. Tra queste rientrano un’elettropompa, un galleggiante elettrico, un pressostato ed un vaso di espansione. Per comprendere meglio la conformazione di un impianto si dovrebbe osservare uno schema autoclave dettagliato, su cui sono indicati tutti i collegamenti tra i componenti.

La pompa per autoclave risulta ad esempio essere essenziale nei palazzi con vari piani. In palazzi molto alti, infatti, se si considerassero i piani più elevati sarebbe scontato affermare che in assenza di sufficiente pressione giungerebbero solo quantitativi d’acqua ridotti. Quando l'utilizzo è condominiale sarebbe bene optare per un modello silenzioso, in quanto i rumori del motorino che si attiva durante la notte, potrebbe essere causa di discussioni tra condomini ed eventuali contenziosi. L’elettropompa per cisterna è un particolare strumento adatto anche a fungere da impianto base per l’irrigazione di un orto. Di facile installazione sono le elettropompe autoadescanti che, appositamente predisposte in sistema autoclave, sia avviano in modo automatico permettendo un’integrale irrigazione del proprio orto.

Per scopi di irragazione, si ricorda infatti che è sempre meglio conservare l'acqua in cisterna, onde aumentarne un po' la temperatura, visto che quando risale dal pozzo risulta essere troppo fredda e quindi potenzialmente negativa per la crescita delle piante.

Per l’attivazione ed il conseguente utilizzo degli strumenti di cui stiamo parlando è opportuno che vengano seguiti alcuni specifici passaggi. Dall'uscita del contatore dell'acquedotto, deve essere collegata la tubazione all'ingresso del serbatoio inserendo il galleggiante meccanico, il cui ruolo è quello di bloccare il riempimento una volta che è stato raggiunto il livello massimo. All’uscita del serbatoio deve essere messa la tubazione, accompagnata da un apposito rubinetto di prelievo. Quindi, al rubinetto, bisogna installare la centralina/programmatore che gestirà opportunamente il sistema di irrigazione.

Come stabilire la potenza di una pompa da immersione per cisterna?

Per stabilire la potenza di una pompa la prima cosa da tenere in considerazione è la tipologia di pompa. Nonostante una differenziazione tra tipologie e modelli presi in considerazione, però, calcolare la potenza di una pompa è reso possibile grazie all’esistenza di un’apposita formula matematica. La formula per calcolare la potenza di una pompa o meglio del motorino che muove un fluido è

P = [(portata) x (gamma) x (prevalenza)] / (rendimento)

Ovviamente la potenza, come già detto in precedenza, deve essere sempre presa in considerazione anche in base alle distinte necessità di fronte alle quali ci si trova. Per un'elettropompa utilizzata ai fini dell’irrigazione, ad esempio, stabilire di quanti litri al minuto si ha bisogno è essenziale. Più che di potenza, ai fini di scegliere la pompa più idonea, si potrebbe meglio parlare di prevalenza.

In un circuito idraulico con autoclavi la prevalenza di una pompa è una grandezza fisica che si identifica come differenza di altezza a cui la pompa è in grado di spingere il fluido contrapposta all’altezza da cui l’ha aspirata. Un’altra questione fondamentale da valutare quando si parla di pompe è la pressione. Per quanto riguarda un irrigatore, ad esempio, questo non riuscirà sicuramente ad attivarsi se la pressione risulta essere troppo bassa. In egual modo, anche la pressione troppo alta è dannosa in quanto rischierebbe di danneggiare gravemente le apparecchiature.

E’ questo il motivo per cui prima di procedere all’utilizzo dello strumento è sempre opportuno valutare vi sia un corretto livello di pressione, collocato in un preciso punto di equilibrio. Aspetto fondamentale, ancora, è l’importanza dei dislivelli. La ragione che sta alla base di tale affermazione è che una pompa funziona correttamente solo quando il dislivello tra l'acqua nel pozzo e la bocca di aspirazione della pompa è inferiore o uguale a un valore prestabilito. Se cerchi maggiori informazioni sul funzionamento di una pompa sommersa, clicca qui.

Come salvaguardare la durata di una pompa?

Per salvaguardare il corretto funzionamento e la massima durata del motore una pompa è necessario utilizzare alcune importanti accortezze di mantenimento e manutenzione. Cuscinetti e lubrificanti, ad esempio, dovrebbero sempre essere monitorati controllando temperature, livelli e vibrazioni. Importante, inoltre, è anche evitare l’attacca e stacca dell’elettropompa. Talvolta e soprattutto per determinate situazioni è importante sapere che l’utilizzo di un serbatoio fatto lavorare sfruttando solo ed esclusivamente la pressione dell’acqua è del tutto inutile. Vi sono dunque situazioni, come quella dell’approvvigionamento delle acque, nelle quali è necessaria una pompa insieme al serbatoio.

Come si fa a non far stagnare l'acqua?

Quando si possiede una pompa, come già detto, è sempre necessario agire seguendo alcune importanti accortezze. Evitare il ristagno dell’acqua, ad esempio, è possibile con una manutenzione regolare, effettuata ad intervalli di tempo di massimo due o tre mesi. Ovviamente una corretta manutenzione e pulizia degli strumenti richiede l’utilizzo di specifici prodotti, necessari per la sterilizzazione dell'acqua. Altra accortezza è quella circa lo sfruttamento dello strumento stesso. Un’apparecchiatura poco sfruttata ed utilizzata, infatti, rischia di usurarsi più di uno strumento che viene usato maggiormente. Se non si usa troppo, insomma, anche la pompa ne può risentire in quanto si sporca e si creano delle incrostazioni.

Quando non si usa diventa verde?

Alla luce di quanto detto la risposta è certamente affermativa. Ecco perché, come già è stato spiegato nei paragrafi precedenti, è opportuno che per la manutenzione e la pulizia si utilizzino specifici prodotti. Tra questi l’ipoclorito di sodio oppure il biossido di cloro. Un filo di rame, o meglio se di argento, può risultare molto utile per l’uccisione dei batteri se inserito all’interno dell’apparecchiatura. Una domanda che ci si pone a riguardo è se aggiungere amuchina fa bene e se sì in quali percentuali sia corretto utilizzarla. Per pulire e disinfestare i serbatoi l’amuchina può essere utilizzata ma in quantità ridotte o dopo un’opportuna mescolatura in acqua. Il motivo per cui non bisogna assolutamente esagerare nell’uso dell’Amuchina è che questa contiene quantità di cloro, un prodotto che a lungo andare tende a rovinare le apparecchiature.

Cosa è o-ring della pompa?

Per una pompa dell’acqua l’O-ring non è altro che un anello di tenuta. Si tratta di uno strumento a sezione circolare comunemente definito gomma che viene sfruttato come sigillo o guarnizione meccanica.

Cosa è il bypass in un impianto idrico?

In un impianto idrico il bypass è un ramo del circuito che viene appositamente utilizzato per passare oltre un dispositivo o un apparecchio. Il ruolo del bypass è dunque quello di regolare il flusso di fluido oppure energia passante attraverso il ramo principale. Da valutare, inoltre, c’è anche l’Importanza della velocità con cui si ricambia l’acqua. Se lo si fa di frequente i germi ed i batteri non hanno il tempo di aderire alle pareti ed espandersi al punto tale da creare una vera e propria colonia.

Riempire e svuotare la pompa fa sicuramente bene alla qualità dell'acqua. L’acqua necessita di essere cambiata anche per evitare i pericoli tipici da acqua stagnante. Contro germi e batteri bisogna risciacquare il serbatoio con il disinfettante mentre contro le alghe e i batteri è possibile usare una lampada UV sterilizzatrice. Oggi per la qualità delle acque la giurisprudenza ha provveduto alla creazione di leggi sulla qualità delle acque.

Come si risolveva l’approvvigionamento d'acqua un tempo?

Sicuramente in modo molto diverso rispetto a quanto accade oggi. La qualità dell’acqua in passato era molto più scarsa poiché meno idonei erano i metodi utilizzati per la sua conservazione. L’approvvigionamento dell’acqua avveniva mediante l’uso di cassoni, serbatoi d'acqua, sotto tetti, spesso realizzati anche in eternit.

Esiste un'etica dell'acqua?

Il discorso sarebbe molto complesso, vista la presenza di posizioni ambientaliste più estreme da un lato e leggi per lo meno "discutibili" dall'altro. Esiste una frangia ecologista che, visti i problemi di siccità estivi dei giorni nostri, considera del tutto immorale l'uso di acqua potabile per l'irrigazione dei campi, durante i mesi più caldi dell'anno e si impegna ai fini di scoraggiare questa pratica.

Scritto da Demshop

POMPA SOMMERGIBILE DAB FEKA VS 550 M-A k... POMPA SOMMERGIBILE DAB FEKA VS 550 M-A kW 0.55-HP 0.75

Immediata

Pompa sommergibile DAB FEKA VS 550 M-A. L'evoluzione giusta. COD. 103040000 La po.....

177,00€ IVA Inc.

ELETTROPOMPA SOMMERSA MONOBLOCCO 4"... ELETTROPOMPA SOMMERSA MONOBLOCCO 4" PEDROLLO MONOFASE 4BLOCKM 2/20 kW 1.1-HP 1.5

Immediata

ELETTROPOMPE SOMMERSE MONOBLOCCO DA 4" MONOFASE BLOCK Elettropompe sommerse monoblocco in ac.....

374,00€ IVA Inc.
Come funziona una pompa per autoclave?

In mancanza di pressione sufficiente per movimentare l'acqua si rivelano molto utili dei serbatoi di accumulo collegati a specifiche pompe che hanno il compito di indirizzare l'acqua dove c'è più bisogno.

Autoclave che non parte: problemi elettrici e di pressione

E' possibile risolvere i problemi più comuni di un'autoclave anche da soli. Impariamo a conoscere come fare se non parte a causa di problemi elettrici o di pressione.

Dove mettere le cisterne d'acqua ?

Tra i problemi più frquenti quando si acquista una cisterna interrrata per acqua vi è il suo posizionamento. Quali aspetti valutare per non commettere errori.