perdita di carico

 

 

 

Quando si realizza un impianto­ di irrigazione, uno degli aspetti più importanti da tenere in considerazione sono le perdite di carico.

Si ricorda come le perdite di pressione siano delle perdite di carico che ha l'acqua per il fatto stesso di percorrere un tubo e della necessità di vincere un attrito.

Esistono 2 grandi categorie di perdite di carico: quelle continue, che l'acqua deve affrontare quando percorre un tubo rettilineo e quelle cosiddette localizzate che si hanno quando l'acqua incontra dei “gomiti”, delle valvole a sfera, anche completamente aperte, giunzioni. Le perdite di carico localizzate si verificano tutte quelle volte in cui l'acqua non percorre tubazioni dritte.
Attraverso delle misurazioni di pressione statica e portata di pressione dinamica di un punto dell'impianto ed il confronto degli stessi parametri in un altro punto sarà possibile stimare le perdite di carico.

Ovviamente, con un rubinetto chiuso avremo una pressione statica pari a zero, pertanto, per misurarla dovremo comunque aprirlo e collegarlo ad un apposito misuratore di pressione che mostrerà un valore in bar.
Per misurare successivamente la portata dell'acqua sarà opportuno posizionare un secchio e stimare quanta acqua scende, entro un certo intervallo di tempo.

Verificare quindi quanta differenza di pressione è presente tra i 2 punti presi come riferimento nell'impianto.
Si ricorda come, indipendentemente dagli “ostacoli” che l'acqua può incontrare durante il percorso, per ogni metro di altezza, di differenza del livello di misurazione, si perderà circa 1 metro di colonna d'acqua [m.d.c.] di pressione, che corrisponde quasi a un Bar. Questo vale sia in regime statico, ovvero con l'acqua ferma nel tubo, che in regime dinamico, ovvero con l'acqua in movimento nel tubo. In questo caso però non si parlerà di perdite di carico, ma di normali differenze di pressione, legate a misurazioni a 2 diverse altezze.


Quando andiamo a valutare le eventuali perdite di carico tra due punti dell'impianto dovremo tener conto di questo fattore per sottrarre alla nostra stima, la differenza di bar che normalmente si verifica tra questi punti, perchè posizionati a due altezze diverse.

Se andassimo ad esempio a prendere un punto che si trova ad un metro sopra rispetto l'impianto d'irrigazione ci troveremmo a sottostimare il valore di pressione in quel punto di 0,1 bar. Al contrario, se andassimo a prendere un punto che si trova ad 2 metri sotto rispetto l'altezza dell'impianto d'irrigazione, ci troveremmo a sovrastimare la pressione rilevata di 0,2 bar.


Si ricordi inoltre come anche la velocità di portata dell'acqua possa “falsare” la pressione, a causa della turbolenza che si crea dall'acqua quando entra in maniera più veemente all'interno del tubo, ovvero dell'attrito delle particelle d'acqua sulla superficie del tubo. Anche la scabrezza del tubo può peggiorare la qualità della rilevazione e questa, si ricorda, aumenta nel tempo, perchè è legata al logorio dello stesso.

Altra importante considerazione riguarda il rapporto tra pressione e portata dove, a rubinetto chiuso si avrà pressione massima, ma portata ovviamente a zero e al contrario, a rubinetto aperto avremo invece portata massima.
Sarà importante controllare quello che viene riportato dalle aziende nelle tabelle per gli irrigatori, all'interno delle quali sono indicati sia i valori di pressione suggeriti, che la pressione minima di esercizio.


PROSPETTO ULITE PER STIMARE LE PERDITE DI PRESSIONE

 

          Diametro Tubo PE in Pollici    
    Diametro 1 / 2 “ Diametro 3 / 4 “ Diametro 1 “
    Bar 5 m V in m / s Bar 5 m V in m / s Bar 5 m V in m / s
  40 l / min -0,382 3,32 -0,0121 2,04 -0,038 1,26
  35 l / min -0,302 2,9 -0,095 1,78 -0,03 1,1
  30 l / min -0,231 2,49 -0,073 1,53 -0,023 0,94
Portata in l / min 25 l / min -0,168 2,07 -0,053 1,27 -0,017 0,78
  20 l /min -0,114 1,66 -0,036 1,02 -0,011 0,63
  15 l / min -0,069 1,24 -0,022 0,76 -0,007 0,47
  10 l / min -0,034 0,83 -0,011 0,51 -0,003 0,31
  5 l / min -0,01 0,41 -0,003 0,25 -0,001 0,16

In virtù di queste considerazioni è facile anche intuire il perchè viene consigliato il posizionamento dei rubinetti in una determinata maniera rispetto ad un'altra, in funzione di limitare le perdite di pressione e consentire un buon lavoro anche ai rubinetti più distanti dalla fonte principale.

 

Scritto da Demshop

KIT MANOMETRICO, GRUPPO MANOMETRICO 4 vi... KIT MANOMETRICO, GRUPPO MANOMETRICO 4 vie 3 flessibili R410 - R32

Immediata

Gruppo manometrico a secco ed altri accessori per condizionatore che faranno grande un frigorista, i.....

169,00€ IVA Inc.

DCC TORO - PROGRAMMATORE ELETTRONICO PER... DCC TORO - PROGRAMMATORE ELETTRONICO PER IRRIGARE all'ESTERNO - sino a 4 SETTORI

Spedizione in 3-5 giorni

Timer per irrigazione DCC TORO: per esterno con trasformatore 220/24 V incorporato COD. DDC-4-2.....

169,00€ IVA Inc.
Utilizzo di un'autoclave in giardino per microirrigazione

Realizzazione di un'autoclave da giardino per irrigazione, mediante una pompa da 12 volt a consumi ridotti. Ideale per necessità di microirrigazione in giardino o piccoli orti.