consigli

 

 

Le caldaie si trovano in ogni casa ed hanno un prezzo anche alto. Impariamo come fare a farle durare di più, mettendo in pratica piccole e grandi accortezze in grado di migliorarne l'efficienza energetica dell'intera abitazione.

 

 

Ogni quanto tempo si fa la revisione alla caldaia ?

Le principali aziende produttrici, leader nel settore del riscaldamento, dichiarano che sia buona regola effettuarla ogni anno. Lo scopo di questa manutenzione assume una valenza preventiva e servirà per far vivere la caldaia a lungo, al di là dei reali problemi che può avere in quel momento e di inquinare meno l'ambiente. Eseguire una revisione adeguata significa permettere a questo strumento centrale nel riscaldamento domestico di durare di più. Essere sicuri che la caldaia smetta di funzionare, soprattutto in inverno, quando ne abbiamo maggiormente bisogno, è una garanzia importante, che permette a tutti gli abitanti di una famiglia di vivere meglio, perchè certi che i termosifoni potranno emanare calore e mantenere acclimatato l'ambiente. L'efficienza di una caldaia a gas è fondamentale perchè, quando non viene fatta, può aumentare i consumi anche del 30%.

Esistono dei sistemi pratici per ridurre i consumi di una caldaia?

Per usare meno energia durante l'utilizzo di una caldaia si possono mettere in pratica alcuni consigli. Di sicuro occorre un po' di buon senso e di consapevolezza da parte di chi vive all'interno di quella casa. Ognuno degli abitanti di un appartamento dovrebbe puntare ad essere più attento a mantenere il caldo all'interno di una casa e quindi evitare di disperdere il calore, ad esempio aprendo le finestre la mattina, con la scusa di “far arieggiare le camere”. Si tratta di una pratica sbagliata, in grado di influire negativamente sul mantenimento di un clima accettabile all'interno dell'appartamento.

Quando cambiamo l'aria nelle stanze, facciamolo solo per pochi minuti. Questo tempo è sufficiente per consentire di respirare meglio, ma anche di non ritrovarsi con una casa gelata e vanificare il lavoro svolto dai termosifoni e l'energia impiegata dalla caldaia. Sarà importante anche evitare di mettere quegli inutili copricaloriferi, - tanto di moda negli anni '80, che possono far sprecare molto caldo e consentire la circolazione e diffusione di aria calda nella stanza. In realtà anche l'abitudine di mettere lo stendino con i bagni umidi vicino al radiatore è sbagliata, al punto da poter inficiare il loro massimo rendimento termico e quindi ad una camera di essere correttamente riscaldata.
Sarebbe bene anche chiudere, durante la notte, tutte le tapparelle presenti in casa, soprattutto in presenza di infissi di dubbia qualità. Questa attitudine permette di preservare il caldo tra le mura di casa.
Altro ottimo modo per limitare i consumi energetici è quello di installare un cronotermostato giornaliero o settimanale. Attraverso questo strumento è possibile infatti programmare l'accensione della caldaia nell'arco della giornata o della settimana e quindi ottimizzare i consumi, attivando l'impianto di riscaldamento soltanto quando serve.
I cronotermostati consentono una gestione termica più intelligente, permettendo ad utente di usare energia sono quando è indispensabile. Se un soggetto sa di rimanere fuori casa per mezza giornata è inutile accettare che l'impianto riscaldante generi calore in una casa non abitata. Allo stesso tempo, sapere di rientrare a casa alle 20, consentirà ad esempio di programmare un cronotermostato affinchè accenda la caldaia e inizi a riscaldare gli spazi interni ad essa solo mezz'ora prima di che qualcuno rientri.
La caldaia infatti è dotata di una valvola bypass comandata dal cronotermostato. Di conseguenza, quando la temperatura in casa ha raggiunto il valore desiderato, la valvola chiude l'acqua direttamente ai termosifoni. Questa accortezza può far risparmiare sino al 20% di energia.
Altra regole importanti sono :

  • evitare di spegnere e accendere la caldaia di continuo, perchè gli sbalzi termici nell'abitazione fanno male alle bollette,
  • installare le valvole termostatiche sui termosifoni, impostando la loro temperatura a non più di 20°C., visto che è un livello più che sufficiente per ottenere un clima comfortevole. Ogni grado in più andrà ad aumentare di circa il 10% il costo della bolletta energetica. Inoltre le valvole termostatiche rendono possibile un controllo puntuale del calore di ognuna delle stanze di casa.     

Essere reticenti nel cambiare sistema di riscaldamento, anche quando si tratta di un impianto di oltre 10 anni può essere un arma a doppio taglio, perchè da un lato può far spendere più in bolletta e dall'altro può far male all'ambiente, perchè meno sostenibile. Dopotutto ogni anno si rinnovano delle agevolazioni fiscali, in grado di rendere più economico l'acquisto di accessori per il riscaldamento di ultima generazione, costituendo una buona ragione per giustificare questa scelta.
Buona norma è pure quella di inserire dei pannelli riflettenti tra termosifone e parete, in modo tale da ridurre il classico vuoto e quindi ulteriori perdite di efficienza di calore.

Si può parlare di caldaie ecologiche ?     

Sono considerate quelle a basso tenore di NOx e quindi vengono etichettate in questo modo quelle che funzionano a condensazione, perchè riducono l'anidride carbonica immessa nell'atmosfera e vengono considerate a tutti gli effetti delle caldaie più efficienti. E' abbastanza noto come le caldaie tradizionali, emettano fumi di scarico molto inquinanti e non è un caso se le normative europee ne abbiano limitato la diffusione. Anche se inizialmente le caldaie condesing   venivano usate solo con gli impianti dotati di riscaldamento a pavimento, il loro successo ne ha permesso la diffusione anche su altre tipologie di impianto, come quelli composti da radiatori.

Che caratteristiche ha un impianto a pavimento ?

Si tratta di una concezione moderna di intendere il calore e va sottolineato come la qualità di questo particolare modo di riscaldare casa è molto migliorata, rispetto ai primi tentativi in commercio. Paradossalmente anche se oggi l'acqua che scorre nelle tubature sotto al pavimento raggiunge appena i 28 °C, rispetto ai 60° C degli impianti anni '70, le tecnologie impiegate attualmente fanno in modo che gli ambienti vengano riscaldati meglio, consumando meno energia.

Quanto si può risparmiare utilizzando un impianto solare ?

Molto. Se pensiamo che ancora oggi le logiche commerciali e il potere del petrolio influenzano l'autoderminazione dei popoli, come accade in Venezuela, possiamo intuire come i costi per i combustibili fossili continueranno a restare alti ancora per un po', facendo diventare l'impiego di solare termico, nella produzione di ACS, ancora più conveniente. Si precisa come tutti i nuovi appartamenti siano obbligati a riservare una percentuale su superficie ben precisa all'installazione di pannelli, in virtù della necessità europea e globale di aumentare la produzione di energia pulita.

Perchè una caldaia va in tilt    

Le caldaie possono smettere di funzionare per svariate ragioni. Nei modelli più recenti vi è sempre un display che segnala un codice di errore o blocco ovvero un insieme di lettere e numeri che, con l'ausilio del libretto delle istruzioni, servirà per determinare quale sia la causa del problema che impedisce alla caldaia di funzionare adeguatamente. Conoscere queste sigle significa saper determinare quali siano le anomalie riscontrate e quindi permettere di far funzionare nuovamente la propria caldaia. Alcune cause sono facilmente risolvibili, ad esempio aprendo una valvola o premendo un pulsante, ma altre saranno fuori dalla portata di un utente comune che, in questi casi, sarà costretto a contattare un tecnico caldaista che possa fornire l'assistenza necessaria.

Scritto da Demshop

BARRIERA D' ARIA LAMA D'ARIA ANTIMOSCHE ... BARRIERA D' ARIA LAMA D'ARIA ANTIMOSCHE da 120 CM

Non disponibile

Barriere antimosche e anti dispersione di calore e fresco. La solita geniale invenzione ai prezzi .....

159,00€ IVA Inc.

RUBINETTI ELETTRONICI PER BAGNO DMP &quo... RUBINETTI ELETTRONICI PER BAGNO DMP "GreenMix BT"

spedizione in 5 giorni

Miscelatore con sensore DMP Elettronics COD. 89106.7.01 L'azienda assolutamente italiana D.....

220,00€ IVA Inc.
Caldaie: le più affidabili ed efficienti del 2016 e 2017
E' il momento di cambiare caldaia o acquistarne una per la prima volta, ma quale scegliere tra le tante? I consigli utili per l'acquisto perfetto.
I condizionatori: i più affidabili ed efficienti del 2019 e del 2020

E' il momento di cambiare condizionatore o acquistarne uno per la prima volta, ma quale scegliere tra le tanti? I consigli utili per l'acquisto perfetto.