condizionatore-migliore


 

Tutte le news dell'estate

Futuro e innovazione nel condizionamento

I vecchi sistemi di climatizzazione

Le nuove tecnologie impiegate

 

 

Quando si decide di sostituire o comprare un nuovo condizionatore, l'innovazione tecnologica del dispositivo rappresenta un criterio importante di scelta.
L'investimento economico relativo all'acquisto di un climatizzatore di ultima generazione è solitamente importante ed è normale considerare tanti fattori prima di sbagliare la scelta.
Cercare notizie nel settore della climatizzazione, per conoscere le ultime novità nel campo dell'aria condizionata è un dovere per ogni cittadino responsabile che persegue la causa del consumo consapevole.


Non è mai bello credere di aver fatto l'acquisto dell'anno e scoprire, solo successivamente, che il modello installato fa parte di una gamma vecchia che ha poco a che spartire con l'alta tecnologia dei condizionatori più moderni.

All'interno di questo articolo cercheremo di fare una carrellata sulle tendenze più recenti nella climatizzazione, offrendo quanti più dati possibili, per aiutarvi nella scelta del condizionatore migliore.
Offriremo in anteprima, per i lettori di DemShop, quelle che sono le novità più curiose che hanno caratterizzato le ultime fiere sui condizionatori e i climatizzatori.
Non parleremo solo dei nuovi arrivi, ma anche su sistemi più efficienti che hanno colpito la nostra attenzione e che vorremmo far conoscere a voi, attraverso gli articoli del blog.

Le news del 2019

Nella lista dei marchi più innovatori non poteva mancare di certo Vaillant che, con le serie Flexo, sembrerebbe aver raggiunto standard qualitativi, prima impensabili.
Questa prestigiosa azienda internazionale ha presentato 2 metodi alternativi che consentirebbero alla stesa unità e al medesimo circuito di refrigerazione di scegliere tra un impianto terra-acqua, cielo aperto o ricambio d'aria.
La gamma Flexo Therm e Flexo Compact dimostrano tutti i progressi raggiunti dai sistemi di pompe di calore. Questi sistemi “evoluti” caldo freddo funzionano sfruttando l'energia geotermica superficiale e usano l'impianto di un compressore con la tecnologia EVI (iniezione di vapore avanzato), la cui caratteristica principale risiede nella produzione di acqua ad alta temperatura (a 65 ° C) per l'utilizzo con radiatori tradizionali inclusivi.


Nuovissimi condizionatori Mitsubishi MSZ-LN
La caratteristica che risalta subito agli occhi è certamente l'estetica ultra moderna. Un profilo rivoluzionario, sotto il piano del design, consente alla compagnia giapponese di classificarsi come uno tra i condizionanori più belli dell'anno 2017. Anche il rendimento di questi dispositivi per la produzione di aria fresca è più alto della media, testimoniato da una classificazione energetica A+++ che renderà i consumi energetici dell'unità molto bassi.


Si tratta di nuovi arrivi importanti, nel campo dei condizionatori, perchè dotati di un sensore di temperatura in grado di rilevare la presenza di individui nello spazio colpito dal getto d'aria fresco.
Questo straordinario progresso tecnico riesce a sopperire al compito a cui è preposto il tradizionale deflettore per condizionatore, impedendo al soffio gelato di colpirci direttamente in volto o sulla cute, generando un certo fastidio.
A completare il quadro di una tra le novità più importanti del mercato vi è l'integrazione con il controllo WI-FI per un comando preciso e a distanza e l'impiego di filtri antiallergici assai evoluti, per proteggere in maniera più completa le vie respiratorie.

Cosa ci aspetta il futuro?


Se teniamo all'ambiente in cui viviamo e vogliamo garantire un futuro migliore ai nostri figli, sarà fondamentale insistere sull'aspetto della sostenibilità ambientale, quando parliamo di nuovi modelli di condizionatori.
Lo sa bene l'ingegnere Eric Kuzubal che ha inventato un sistema di rinfrescamento efficiente capace di consumare il 90% di energia elettrica in meno.


L'invenzione del DEVap (letteralmente Condizionatore d'aria eVaporativo ad elevata azione diluente) rivoluziona questo Mondo, perchè combina il classico funzionamento di un impianto di raffreddamento con un materiale che assorbe acqua, generando aria fredda e secca.
L'aspetto innovativo di questo prodotto è legato alla presenza di elevate quantità di cloruro di litio e calcio (una soluzione acquosa composta quasi per metà di sale) che permetterebbero di rendere  completamente secca l'aria prodotta.
Questa caratteristica determinerà dei benefici a livello respiratorio, ma anche sul piano ambientale, in quanto eliminerà gli effetti negativi che ha l'umidità sul nostro ecosistema.

Questa “magia” può avvenire grazie ad una speciale gestione dell'aria in due flussi.
Una membrana polimerica con piccolissimi fori da uno a tre micron di diametro, rivestita con una sostanza molto simile al Teflon che separa i due flussi. Il diametro così esigue dei fori permetterà il passaggio delle molecole d'acqua tra le due correnti d'aria, ma non sarà talmente grande da consentire il passaggio delle molecole di acqua con sali disciolti.
Questa trovata tecnologica permette di avere freddo, ma soprattutto aria secca.


Le antiche novità


A parte l'utilizzo di muri molto spessi, in modo da favorire un'elevata conservazione di calore, durante la notte, quando le temperature si abbassavano, le applicazioni antiche, finalizzate a creare più fresco nelle case, non si limitavano a questo.
La cupola e le torri del vento sono soluzioni architettoniche estremamente funzionali, prima ancora che belle. vorremmo parlarvi delle forme primordiali di condizionatori domestici.
Se le prime raccoglievano il calore nella zona più alta, lasciando ventilate e fresche quelle più basse, le seconde appaiono ancora più straordinarie, dal punto di vista progettuale.
Costruite di solito in forma rettangolare, venivano divise in setti verticali con mattoni e con aperture poste nel lato più alto della struttura. All'altezza di ogni apertura vi era posto un condotto, attraverso il quale si incanalavano naturalmente i venti.
Sistemi basati sullo stesso principio delle torri del vento spiegano come ancora oggi si possa creare fresco in maniera naturale in caldissime città dell'Arabia, dove le temperature superano abbondantemente i 40°.


Le nuovissime novità


Eravamo abituati a considerare innovativo anche solo il sistema inverter che, rispetto al classico on off, rinfresca un ambiente molto più velocemente dei metodi del passato. Come sappiamo, i consumi energetici più importanti si hanno in corrispondenza dell'accensione e dello spegnimento. La tecnologia inverter, attraverso una modulazione d'aria progressiva, regolata da un termostato, consente un consumo d'energia più ridotto, quantificabile tra il 25% e il 50%, a seconda delle modalità di utilizzo dei condizionatori.
Oggi questo metodo di intendere il funzionamento degli split è dato per scontato, come anche l'abbandono del vecchio gas refrigerante R-32 e la sostituzione con il meno inquinante R-410A, essenziale per ridurre le emiccioni di anidride carbonica a livello planetario.
Eppure sono ben altre le caratteristiche su cui vogliamo concentrare la nostra analisi sulla nuova visione della tecnologia dei climatizzatori.

  • Sistema ibrido applicato alle pompe di calore. Grazie a questa novità, le unità interne potranno essere utilizzate in maniera autonoma sia per riscaldare che per rinfrescare.
    La tecnologia atta a recuperare il calore può sottrarre il calore ad alcuni spazi della casa che si vuole raffrescare per impiegarlo nel riscaldamento di altri locali in cui si vuole mantenere più alta la temperatura.
    Sono moltissimi i locali commerciali e gli alberghi che hanno già adottato con soddisfazione questo tipo di progettazione sostenibile, raggiungendo il duplice scopo di sprecare meno elettricità ed ottenere un livello più elevato di comfort.
    L'azienda di climatizzazione che più sta investendo in questa invenzione è la giapponese Mitsubishi.
     
  • Controllo in remoto in wi-fi. Una tra le news più significative degli ultimi anni è legata alla possibilità di gestire la fuoriuscita di aria fredda o calda in un ambiente mediante applicazione. Attraverso un telefonino collegato con la rete internet si potrà non solo attivare o spegnere l'unità di condizionamento, ma anche controllare quanta energia consumano i condizionatori da parete installati nell'appartamento grazie a un software semplice da usate e agevole da consultare.
    Di conseguenza, osservando in tempo reale quelli che sono le nostre cattive abitudini energetiche, possiamo “correggere il tiro” e risparmiare corrente elettrica.
     
  • Ottimizzazione nell'oscillazione delle lame d'aria. Si tratta di un impressionante sistema, frutto di approfonditi studi sulla dispersione dell'aria, il quale permette di raggiungere il benessere termico desiderato in maniera più celere, senza sprechi di calore e risparmiando sino al 25% di energia.
     
  • Assorbimento con fluido termo vettore. Le macchine ad assorbimento che funzionano grazie ad un fluido termo vettore possono essere messe in funzione grazie ad energie rinnovabili, mediante collettori solari, ad esempio.
    I benefici ecologici associati a questo tipo di innovazione sono tali da auspicare una diffusione capillare di questi apparecchi nel futuro, soprattutto ora che tra riscaldamento globale e allargamento del buco dell'ozono, l'interesse verso le questioni ambientali dovrebbero diventare una priorità (nonostante le intenzioni di Trump nei confronti degli accordi di Parigi sul clima).
     
  • Estrema pulizia. I nuovi condizionatori sono provvisti di una speciale tecnologia che facilità l'igienizzazione totale dell'ambiente da acari, allergeni, odori nefasti e quindi virus.
     
  • Nuovi colori. Il design vuole la sua parte, anche quando si parla di condizionamento. E' per questo che si inizia a vedere commercializzare colorazioni innovative, prima impensabili.
    Il desiderio di condizionatori gialli o di climatizzatori rossi, non è più impossibile, grazie alla diffusione dei condizionatori senza unità esterna e alla ricerca estrema del design.
    I clima grigi o bianchi restano ancora oggi i più venduti, ma le soluzioni più originali non mancano per colorare in modo diverso le pareti di casa.
     
  • Silenziosità. Sul mercato dei nuovi condizionatori troverete strumenti sempre meno rumorosi, in quanto i decibel diventano sempre più una ragione di acquisto da parte dei clienti.
     
  • Classe energetica A+++. Questa etichetta è associata ai condizionatori che rappresentano il top della gamma e può essere presa come riferimento per imparare a scegliere se si tratta di un'unità di ultimissima generazione o meno.
    Decidere di acquistare un condizionatore A+++ significherà puntare su un modello che è il massimo dell'innovazione, il quale difficilmente potrà darvi problemi in termini di efficienza e affidabilità.
Scritto da Demshop

CLIMATIZZATORE VAILLANT ClimaVAIR VAI 8-... CLIMATIZZATORE VAILLANT ClimaVAIR VAI 8-035 WN INVERTER da 12000 btu R32

spedizione in 5 giorni

Condizionatori Inverter Vaillant a prezzi decisamente economici. Scopri le offerte online dei clim.....

438,00€ IVA Inc.
Condizionatori e condizionamenti psicologici
l'azione dei condizionatori e del getto di aria condizionata può creare problemi alla salute? Assolutamente no. Tutt'altro. Scopri il perchè.
Novità del mercato e confronto rispetto a modelli precedenti
Gli asciugamani elettrici sono una validissima alternativa ai teli e ai rotoli di carta o salviette che generalmente si trovano nei locali pubblici. Di recente, vista la necessità di prestare maggiore attenzione all’igiene delle mani, causa Covid-19. questi dispositivi sono stati molto di tendenza poiché non è necessario entrare in contatto con la superficie. &nb..